Counseling

CHE COS’E’ IL COUNSELING

Il counseling si occupa di favorire lo sviluppo della persona, attraverso l’individuazione e il potenziamento delle sue risorse.

Si rivolge all’individuo, alla coppia, alla famiglia e al gruppo; più in senso lato, a tutti coloro che vivono una difficoltà personale o un momento di crisi.

Non è una terapia, e non prevede una ristrutturazione profonda della personalità: a differenza del paziente della psicoterapia, il cliente del counseling non ha bisogno di essere curato né aiutato a superare una sofferenza psicologica; esso si avvale delle competenze del counselor come sussidio delle capacità che già possiede, in modo da conseguire obiettivi che desidera nei modi e nei tempi che gli sono consoni.

ll counseling lavora su obiettivi che vengono di volta in volta definiti insieme al cliente, in base alla sua specifica situazione.

Un percorso di counseling individuale, mirato al raggiungimento di un determinato obiettivo, si articola in 8 incontri circa. I percorsi di gruppo in genere si strutturano intorno a temi specifici (ad esempio autostima, emozioni, gestione dello stress, ecc.).

Attualmente, il counseling in Italia è una professione non regolamentata: lo Stato non indica, cioè, i requisiti minimi necessari per esercitarla.

Benché in assenza di una normativa specifica, nella sostanza, il counselor deve:

  • possedere una formazione teorica e pratica adeguata (aver seguito un corso almeno triennale);
  • avere fatto personale esperienza e pratica dei contenuti teorici per evitare di operare «sulla base dei propri più o meno rigidi pregiudizi» in modo da superare l’eventuale etnocentrismo: la tendenza ad utilizzare la propria cultura come paragone per le altre;
  • adempiere ai doveri fiscali mediante l’apertura di una partita IVA e di una posizione previdenziale presso l’INPS ed emettere, per le proprie prestazioni, fatture comprensive degli oneri di Legge.

Codice etico del Counseling

 

Presso STUDIO ARMONIA di Aprilia: