Psicoterapia

Lo Psicoterapeuta è uno psicologo o un medico (iscritti nei rispettivi Albi) che ha frequentato una scuola di specializzazione post lauream in psicoterapia di almeno quattro anni, sostenuto i relativi esami, e si è sottoposto personalmente a psicoterapia, sia per scopi didattici, sia per affrontare le proprie problematiche, prima di proporsi nelle relazioni di aiuto ai futuri pazienti.

Egli è poi iscritto nell’Elenco degli Psicoterapeuti, ed abilitato all’esercizio della psicoterapia.

Esistono molte scuole di psicoterapia, diverse tra loro per le teorie a cui fanno riferimento e per i metodi che utilizzano.

Ciascun terapeuta sceglie di approfondire un approccio, piuttosto che un altro, sulla base delle proprie convinzioni e delle proprie caratteristiche personali.

QUANDO RIVOLGERSI AD UNO PSICOTERAPEUTA E COME PUO’ ESSERCI D’AIUTO

Nella vita si attraversano fasi difficili legate a lutti, cambiamenti, trasferimenti, separazioni, nascita di figli, adolescenti in casa da gestire, disagi e problemi di salute e a volte ci si sente senza forze, impotenti, inadeguati a gestire e affrontare ciò che la vita ci pone davanti.

La psicoterapia aiuta a conoscere se stessi, da dove si arriva e capire dove voler andare. Aiuta a conoscere ed utilizzare le proprie risorse personali e di rete in modo da potersi sentire efficaci, adeguati e pronti di fronte alle difficoltà.

Se ti senti così.. spento, senza forze, confuso, triste o arrabbiato o se ti trovi a dover affrontare un ostacolo che ti sembra troppo grande, farsi accompagnare e trovare un sostegno è sicuramente una mossa utile e che fa risparmiare tempo e energia.

 

Vivere in modo qualitativamente migliore si può

Vivere avendo padronanza e consapevolezza del proprio sentire e del proprio agire è possibile 

Vivere più sereni e in pace con se, col proprio passato e col mondo è possibile

——————–

PSICOTERAPEUTA  a STUDIO ARMONIA di Aprilia:

 

Dott.ssa Francesca Raffaelli

Psicologa, Psicoterapeuta ad indirizzo pluralistico integrato

L’approccio pluralistico integrato si basa sul presupposto che la realtà non è riducibile ad un unico principio, ma a principi molteplici di più linguaggi coesistenti e conflittuali. E’ un approccio che prevede l’integrazione di più modelli teorici e relativi strumenti operativi. Si parte dallo studio dei maestri di riferimento per favorire una lettura più articolata del “modo di essere al mondo” del cliente. La conoscenza e la sperimentazione di modalità diverse di intervento offre una maggior gamma di strumenti con cui operare nella relazione d’aiuto. L’approccio pluralistico integrato permette all’operatore di scegliere l’intervento più efficace e di personalizzarlo perché il cliente possa attivare le sue risorse nell’ottica del processo di cambiamento.

 

Contatti: cell: 340.60.98.695email: francesca.raffaelli@studioarmonia.net

 

Dott.ssa Silvia Bouvret

Psicologa, Psicoterapeuta ad indirizzo gestaltico analitico

Il modello gestaltico analitico è incentrato sul potere dell’individuo, inteso come valorizzazione della responsabilità delle proprie azioni. Aiuta dunque la persona a riappropriarsi della sua volontà e ad entrare in contatto diretto con i propri bisogni: solo riconoscendo consapevolmente e accettando ciò che intimamente si vuole, ci si può mobilitare per ottenerlo. Riprendendo possesso del proprio potere decisionale si riprende possesso della propria vita: “Tutto quello che faccio è opera mia. Se è opera mia dunque posso cambiarlo, intervenire sul corso della mia vita”. Il focus dunque è sul momento presente, perché solo nel presente si manifestano e si possono ascoltare i propri bisogni e da questi inizia il ciclo della consapevolezza. Prendere contatto con i propri bisogni significa anche prendere contatto con le proprie emozioni che dunque non coglieranno più di sorpresa l’individuo. C’è inoltre un continuo dialogo con lo “sfondo” nel quale tutto avviene e tutto si verifica: la propria storia personale, il passato, la propria famiglia. Questi sono tutti strumenti che possono trasformarsi in risorse di crescita e che mi permettono di inquadrare la situazione attuale della persona e darle un senso storico.

 

Contatti: cell:  351.85.32.605 – email:  silviabouvret@gmail.com - skype: silvia.bouvret

 

Dott. Alessandro Colli

Psicologo, Psicoterapeuta ad indirizzo Gestaltico psicosociale

La Psicoterapia della Gestalt orienta la persona a vivere nel presente, nel qui-e-ora e le sedute terapeutiche si prefigurano come il suo primo esercizio in questo compito. Si tratta di una terapia esperienziale, piuttosto che verbale o interpretativa, attraverso la quale apprendere come vivere con consapevolezza nel presente. La persona è invitata a rivolgere la sua attenzione a ciò che fa, sperimenta o sente, diventando gradualmente consapevole dei suoi gesti, della sua respirazione, delle sue emozioni, della sua voce, delle sue espressioni facciali, o dei suoi pensieri pressanti.
Inoltre l’approccio gestaltico rimane ancorato al fenomeno, cioè a quello che si può osservare, senza ricorrere a teorizzazioni ipotetiche: la Gestalt lavora sui “cosa” e i “come” di un’azione o di un comportamento, non sui perché!
I perché della nevrosi spiegano ben poco, potranno fornire un capro espiatorio, ma non una risposta (Perls, 1977).
La consapevolezza del come qualcosa avviene, infatti, conduce più facilmente alla possibilità di compiere un cambiamento genuino e responsabile.
Il terapeuta si interessa allora sul come la persona si fissa, come si interrompe; si concentra sul modo in cui lascia incomplete le proprie Gestalt. Con le sue domande amplia la consapevolezza del paziente, lo porta a vedere il proprio comportamento con maggiore chiarezza, a sperimentare sé stesso, con i suoi limiti e possibilità, promuovendone la capacità di autosostenersi in modo responsabile.
Il concetto di gestalt si riferisce al senso che ognuno di noi attribuisce a ciò che sta percependo e vivendo. La Gestalt è, quindi, una rappresentazione, una costruzione personale che fornisce senso e significato alla propria esperienza di vita.
Scopo della Psicoterapia della Gestalt è, quindi, far scoprire alla persona la “sua propria forma”, nella sua interezza, in modo da far emergere liberamente tutte le potenzialità rimaste sopite, inespresse o represse, nonché orientarla a trovare nuove forme di adattamento creativo al suo ambiente di vita.

 

Contatti: cell:  328.751.8185 – email:  apf.colli@gmail.com